Privacy Policy

Come cambia la vita in gravidanza.

Aspetto un bambino!!! E ora??

Si perché trascorse le “prime” 1.459.894.087.000 ore in cui non ci ho letteralmente capito nulla e mi sembrava di stare una bolla, poi è arrivata la fatidica domanda: e ora? Che devo fare? Come mi devo comportare? Cosa posso e cosa non posso mangiare?

Più che la fatidica domanda, mille domande!!!

Allora calma e sangue freddo!

Avendo fatto il test di sabato mattina, diciamo che per chiamare il mio ginecologo avrei dovuto aspettare il lunedì mattina e quindi mi sono cominciata a dare un paio di risposte da sola secondo quanto sentito da amiche già diventate mamme.

Prime cose: disinfettare con Amuchina o bicarbonato frutta e verdure crude, eliminare l’alcol e i crudi. Non sono mai stata una grande appassionata di alcolici e non mi sono mai piaciuti i crudi (né carne né pesce), quindi non mi sarebbe pesato e le mie abitudini non sarebbero cambiate molto.
Solo non avevo pensato che tra i crudi banditi ci sono anche gli affettati: speck, prosciutto crudo, salame… e questi mi mancano da morire!!! Ma vabbè… devo resistere ancora qualche mese!

Le nozioni base da “voci di corridoio” erano finite e affronto il weekend serenamente privandomi solo dello spritz all’aperitivo del sabato sera chiedendo una semplice coca cola e costringendo tutti gli amici ad andare a cena in un ristorante italiano piuttosto che al sushi, fingendo un mal di stomaco inesistente. Eh sì, la notizia ancora era riservata ai nonni!

Ora mancano due mesi al termine di questo meraviglioso percorso chiamato gravidanza e diciamo che qualche cosa in più l’ho imparata!

Quindi… cosa si può fare e cosa non si può fare in gravidanza?

Prima di tutto un consiglio spassionato: vivetela serenamente! Non è una malattia, è la cosa più bella che vi potrebbe capitare, quindi non privatevi di nulla e fate tutto quanto nella più totale normalità della vostra quotidianità (ovviamente se non avete problemi, se voi e il bambino state in salute e il fisico ve lo permette). L’importante è non strafare e fermarsi quando vi stancate.

Io devo dire che sono stata fortunata! Non ho avuto nausee, non ho avuto fastidi, niente di niente… e nonostante abbia anche un lavoro che mi costringe e stare molte ore in piedi e tutt’altro che tranquillo, sono riuscita a fare sempre tutto senza rinunciare a nulla.

Ma al di la delle mie considerazioni personali ci sono delle regole che è bene osservare per far si che il nostro bambino si sviluppi serenamente e in totale tranquillità.

Scriverli tutti nello stesso post equivarrebbe a chiedervi di rimanere incollati davanti allo schermo per ore e farvi alzare alla sedia ancora più in confusione o annoiate (oddio spero proprio di no!).

Quindi affronto argomento per argomento, uno per ogni articolo.

NOTA IMPORTANTE! Io non sono nessuno! Sono una semplice ragazza di 31 anni in dolce attesa che vuole condividere la propria esperienza, ma non ho titoli di studio o altro.
Quindi per favore! Leggete questo post (e/o altri in giro per il web) e prendetelo come se fosse una chiacchiera da bar tra amiche!
Affidatevi SEMPRE al vostro medico di fiducia. Se avete dubbi perché la vostra amica vi ha detto il contrario, chiedete a lui prima. Non vi affidate né ai blog, né ai mille gruppi di mamme che esistono sui vari social network! Il web è comodo, ma non sempre è competente.

Detto ciò… diamo inizio alle chiacchiere da bar! 😛

E se vi va, raccontatemi come avete vissuto la vostra gravidanza!


10 commenti

Ilaria · 27 Agosto 2018 alle 18:19

Seguire l’istinto di madre..siamo animali, in fondo❤️

Veronica Bufano · 27 Agosto 2018 alle 19:32

Non ho ancora vissuto questo “grande momento” ma quando succederà conoscendomi i primi tempi sarà panico allo stato puro. Il tutto pero’ compensato da una vita che cresce dentro di te.

    ionasceremamma · 27 Agosto 2018 alle 20:05

    Come ho scritto nell’articolo “Sono (super) incinta!” ho pianto tipo tutta la giornata! 😀

Simona · 27 Agosto 2018 alle 19:36

per la donna e un grande cambiamento. spero che la maternita sia sempre piu rispettata, ovunque.

    ionasceremamma · 27 Agosto 2018 alle 20:03

    Ti devi far rispettare e a volte – specie sul lavoro – devi fare il doppio per non farti dire “ecco, è incinta!”. Ma vabbè… talmente tanta la voglia di non farsi rovinare questo momento che ti scivola tutto addosso!

sheila · 27 Agosto 2018 alle 21:19

la prima figlia ha 18 anni, la seconda 5 e mezzo e ha appena perso due dentini. sei anni fa non avrei mai pensato di ritrovarmi di nuovo mamma eppure eccomi qua ora a leggerti e sorridere, perché i tuoi pensieri sono genuini e mammeschi, li abbiamo fatti più o meno tutte credo

    ionasceremamma · 28 Agosto 2018 alle 10:04

    Sicuramente! Sono pensieri comuni, sani e meravigliosi! E’ questo lo scopo del mio blog: condividere le cose normali con un sorriso!

claudia · 28 Agosto 2018 alle 10:48

Immagino quanto sia emozionante essere mamma! Io non ho figli e sono priva di istinto materno, ma posso immaginare

carola sproloquier · 30 Agosto 2018 alle 3:14

Peccato per il sushi, si! A me il prosciutto crudo invece era uno dei cibi permessi, che mi faceva tollerare meglio la privazione della mortadella 🙂 In bocca al lupo!!

Miriam nugnes · 6 Ottobre 2018 alle 10:00

Assolutamente d’accordo con te sul fatto che la gravidanza va vissuta serenamente…con mio figlio mi sono fatta prendere da mille ansie e paure soprattutto per quanto riguarda l’argomento Toxo!
Ho avuto,penso,quasi tutti i fastidi che si possano avere in gravidanza,ma fortunatamente ho sempre fatto tutto,nei limiti del possibile ovviamente!Di certo c’è che una seconda gravidanza la affronterei diversamente…o almeno me lo auguro 😅

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *