Privacy Policy

13 marzo 2018.

Emozione pura. La nostra prima visita. La sua prima foto!
Non sapevo niente. Da 10 giorni sapevo solo della sua presenza dentro di me, ma niente di più. Non sapevo se stava bene, non sapevo se era un maschietto o una femminuccia, non sapevo nulla. Sapevo solo che c’era e mi bastava.

Primo appuntamento dal ginecologo per iniziare il percorso delle visite di controllo di tutta la gravidanza. L’appuntamento mensile più bello! 🙂

Io e il papà entriamo nello studio del dottore e dopo la lettura del referto delle Beta HCG e due convenevoli, mi dirigo verso il lettino per la prima ecografia.

Ero di 6 settimane e 5 giorni, quindi ecografia transvaginale per vedere se l’embrione era impiantato.Tutto nella norma, tutto procedeva bene… ed eccolo lì il fagiolino! Forse direi meglio la lenticchia! 6mm di lunghezza. Minuscolo, quasi inesistente. Quasi, perché invece era lì! E io avevo la lacrimuccia che faceva capolino.

Poi il dottore dice “provo ad accendere l’audio, vediamo se riusciamo a sentire il battito. Ma fate silenzio perché essendo così piccolo sicuramente si sentirà piano e lontano”.
E invece no! Eccolo il suo cuoricino. Un suono netto, chiaro, meraviglioso. E subito un’altra lacrimuccia ha iniziato a bussare.
Mi giro per guardare il mio fidanzato e lo vedo con lo sguardo completamente rapito dallo schermo. Se fino a 1 minuto prima si era tenuto un po’ a distanza in una forma di rispetto verso un momento privato di visita medica, sentendo il battito del cuoricino si è avvicinato fissando il monitor con un’espressione che non gli avevo mai visto prima.

Finisce la visita e usciamo dallo studio. In ascensore continuiamo a guardare quella foto e quella piccola macchia di 6mm che ci avrebbe cambiato la vita, scherzando sulle sue dimensioni ancora minuscole, ma E. aveva lo sguardo perso nel vuoto, completamente esterrefatto e sorpreso dall’aver già sentito il battito di quel cuoricino così piccolo.

Io anche sono rimasta sorpresa se devo essere sincera, non credevo che a 6 settimane si potesse già sentire il battito del cuore, ma nonostante la commozione durante la visita, una volta fuori dallo studio sono riuscita a mantenere una sorta di lucidità che invece E. aveva completamente perso! E così è cominciata la nostra vita (quasi) in 3!

E la vostra prima ecografia? 😀


4 commenti

Priscilla · 28 Agosto 2018 alle 16:57

Non voglio raccontarti della prima eco, ma della prima eco positiva: la mia bimba stesa come sull’amaca, il suo cuoricino che galoppa forte come un cavallo, il brivido, le lacrime di sollievo e di felicità. Un’emozione talmente intensa che le parole non bastano a descriverla!

Mabka · 28 Agosto 2018 alle 19:26

Io le prime eco le ho fatte da ricoverata , mi dicevano sempre signora prima salviamo lei poi la gravidanza, terrore e … terrore ma quando vedevo la cameretta, il cuore e tutto ogni 2/3 gg mi si cancellava ogni dolore! Ps : siamo salve entrambe , ed è qui dentro che scalcia!

    ionasceremamma · 29 Agosto 2018 alle 12:23

    brave!!! e in bocca al lupo!

Sabrina · 29 Agosto 2018 alle 12:54

È un momento tra i più speciali della vita, sono passati quasi 21 anni eppure l
‘Emozione di quella prima ecografia è ancora vivissima in me!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *